L’Handling: lavorare con i cani in passerella

Chi ama il mondo della cinofilia troverà nella figura dell’handler, colui che accompagna i cani ai concorsi, un nuovo modo per lavorare accanto agli amici a quattro zampe.

 Dal verbo inglese “to handle” che significa maneggiare, gestire, condurre, proprio con questa accezione, l’handler indica chi conduce i cani sui ring delle esposizioni cinofile. In queste competizioni, noi allevatori miriamo a ottenere il riconoscimento del lavoro di selezione e miglioramento della razza canina. Nelle esposizioni, i giudici valutano i cani in gara e premiano gli esemplari migliori, quelli che più rispecchiano lo standard, ovvero che mostrano i caratteri tipici della loro razza (colore e tipo di mantello, proporzioni, dentatura, ecc.). Ma spesso a fare la differenza sono le doti caratteriali del cane e il suo modo di presentarsi sul ring. Un “di più” che solo chi sa “allenare” i cani per i concorsi sa come riconoscere e valorizzare. Per dirla in gergo sportivo, l’handler è una sorta di “preparatore tecnico” che affianca il campione a quattro zampe nella sua carriera espositiva.

Ho iniziato a dressare e toelettare i soggetti del mio allevamento, cominciando a presentarli in esposizione, cercando, con l’ausilio della toelettatura, di  valorizzare i pregi e minimizzare i difetti. L’ esordio alla mondiale di Salisburgo nel 2012, con due bassotti nani, uno a pelo duro ed uno a pelo corto, rispettivamente qualificatosi 3°Eccellente in classe giovani e 4° eccellente in una difficile e numerosa classe campioni. Il 2013 fu un anno indimenticabile per  il nostro piccolo allevamento. I nostri piccoli e fieri bassotti si distinsero in tutta Italia conquistando  oltre 10 titoli tra campionati Italiani di bellezza, di lavoro, assoluti e campionati internazionali.Nel 2014 l’incontro con due amici della “famiglia bassotti”: Annaluce Saletti (Lux del Palatino) e Giorgio Porcino (HAUSHIPUNGO) che, con la loro preziosa esperienza, umanità, generosità, ed incoraggiamento sono state fondamentali per la mia crescita professionale.Grazie alla loro fiducia, nel 2015 sono state tante le persone che hanno deciso di affidarmi il loro bassotto sia per lo stripping sia per l’handling.

Per educare un cane alle esposizioni è bene agire sin dai primi mesi di vita, in questo modo, vivrà sicuramente la gara come come un’esperienza giocosa, un momento di divertimento da condividere col proprio handler.